La casa e la memoria

Percorsi


Guell  


 Palazzo Guell
 Finca Guell
 Parco Guell
 Cripta Guell
 Bodega Guell


Gaudì  


 Casa Vicens
 Casa El Capricho
 Casa Calvet
 Casa Bellesguard
 Casa Batlò
 Casa Milà
 Sagrada Familia
 materiali
 forme
 bibliografia


Barcellona  


 istantanee
 monumenti
 Barrio Gotico
 La Rambla
 Le Eixample
 Porto
 El Montjuich
 storia
 feste
 leggende

 

1

Rambla

Se guardate la mappa della città, in un intrico irregolare di vie e stradine, scorgerete subito una via centrale dritta ed ampia che attraversa la parte più densa e antica, fino al mare: quella è la Rambla.

Questo nome le deriva dalla parola araba ramla che significa sabbia, infatti, in origine, questa strada era un torrente che, fino al XIII secolo delimitava la parte occidentale della città, lungo le cui sponde sorgevano le mura con le porte di ingresso.

In seguito, con l'edificazione soprattutto di conventi, lungo la sponda dove ora sorge il Raval, incominciò ad assumere le caratteristiche di camminamento, fino a quando, nel 1775, in seguito all'abbattimento di alcuni tratti di mura, furono piantati alberi e coperti tratti sempre maggiori di acqua, fino a renderla l'attuale passeggiata. Ma parlare al singolare di questa strada non è del tutto esatto, in quanto, in realtà, si distinguono nettamente cinque tratti con caratteristiche e storie diverse

Il primo tratto, detto Rambla di Canaletas, va da Plaça Catalunya a via Sant Ana, e prende il nome dall'antica fonte di Canaletas, che oggi sopravvive nella fontana di ferro costruita nel XIX, di cui si tramanda la tradizione che berne l'acqua assicuri di ritornare a Barcellona.

 
   
   
     

1

 
  credits